Affumicare con il barbecue, le 5 regole

Ti senti pronto per evolvere alla grigliata 2.0? Il fumo, in questo universo, rappresenta un vero e proprio ingrediente, come può esserlo il sale, il pepe o l’olio. Affumicare con il barbecue non è difficile, ma ci sono delle regole:

  1. Temperatura
    La temperatura interna deve oscillare tra 90-110°C permettendo alle carni di cuocersi lentamente senza asciugarsi. Per le cotture oltre i 60 min ricordati di utilizzare una vaschetta di alluminio colma d’acqua per mantenere un calore e un’umidità costante.
  2. Fumo
    Generalmente il tempo di affumicatura deve essere inferiore alla metà del tempo di cottura. Il fumo non deve uscire come un getto di vapore ma sollevarsi in spirali regolari. Se il fumo è bianco intervieni o ricoprirà la carne dei fumi tossici emessi dalla legna che brucia.
  3. Pazienza
    Ogni volta che il coperchio viene aperto perdete fumo e abbassate la temperatura. Evita di sollevare il coperchio se non è strettamente necessario come ad esempio riempire la vaschetta dell’acqua, mettere i trucioli di legna affumicata, mantenere le braci.
  4. Crosta
    La carne deve ricoprirsi di una crosta nero scuro. Questo è dovuto al calore delle braci, all’intervento del fumo e al processo di caramellizzazione. La crosta nera è importante, non significa cibo bruciato. Anzi, il contrario.
  5. Equilibrio
    La carne è l’ingrediente principale. Evita marinate troppo eccessive, salse sapide e dense o eccessivi condimenti. In questo dovete trovare l’equilibrio giusto. Controlla i nostri consigli per una marinatura perfetta!

Pronto per affumicare? Faccelo sapere condividendo con noi il risultato!

Let’s Meat!
#iorestoacasa … ma non rinuncio alla qualità.

add your comment

Minimum 4 characters